Val Fondillo (325 ettari) - Opi
E' il sito più vasto ed è costituito da due foreste, quella di Cacciagrande e di Valle Jancino; luoghi incantati per la presenza di corsi d'acqua, balzi rocciosi coperti da pino mugo, mirtillo, alberi di dimensioni imponenti. In queste faggete così umide si trovano specie altrove rare, come la salamandra pezzata appenninica e l'orchidea Scarpetta di Venere.
Quest'area, tra l'altro, coincide con il nucleo storico di nascita dell'Area protetta stessa, nel lontano 1922, da cui poi il territorio del Parco si è esteso sino alla superficie attuale.
Qui il mondo della faggeta viene a contatto con quello rupestre della Camosciara, e orsi, picchi e funghi incontrano genziane, camosci e aquile reali.

(fonte: Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise)

Escursione 1° Ottobre nella foresta vetusta di Val Fondillo in occasione del corso TAM - foto di Antonio De Ioris